...::: IL REZZONICO-CYBERSOFIA :::...

...::: IL REZZONICO-CYBERSOFIA :::...
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

martedì 12 novembre 2019 ore 18:03:55
 Tutti i Forum
 Cybersofia
 Libri
 Witkin e Saudek
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Biuso
Amministratore

Città: Catania/Milano


2730 Messaggi

Inserito il - 22/03/2008 : 20:31:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Biuso Invia a Biuso un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Joel Peter WITKIN - Jan SAUDEK
Milano - PAC Padiglione d'Arte Contemporanea
Fino al 27 aprile 2008





Presentare insieme Witkin e Saudek significa offrire l'occasione di immergersi nell'arte fotografica a due dei suoi massimi livelli, oggi. L'enorme perizia tecnica, la manipolazione assoluta della realtà, la costruzione prima di tutto mentale della scena, l'ironia che nell'uno arriva al culto della morte e nell'altro alla pseudo nostalgia per il simbolismo, lo sguardo del tutto materico sull'umano e le sue forme, sono alcuni degli elementi che li caratterizzano. E soprattutto ad accomunarli è la carne, perché tale è la corporeità strabordante dalle e nelle loro immagini.

Witkin fotografa cadaveri, transessuali, nani, creature mutilate...ma trasforma questi soggetti in una epifania dell'oltre, della eleganza che intesse di sé anche l'orrido. Ars moriendi rappresenta l'emblema di questo sguardo dentro la fine: una giovane donna nuda, bianchissima, bella, è distesa e ci guarda con la raffinata malinconia dell'inevitabile; accanto a lei e sotto di lei si trovano delle teste in avanzato stato di decomposizione che sembrano urlare dalle loro bocche aperte la vita. Un contrasto stridente, straniante, estremo ma che si ricompone in una enigmatica continuità.

Al bianco e nero di Witkin si accompagnano i colori del tutto costruiti di Saudek, come di vecchie foto ritoccate. E sembrano, infatti, immagini di altre epoche (l'artista data le proprie opere esattamente cento anni prima della loro creazione) dalla cui nudità pulsa un erotismo intrigante, caldo. molteplice, fatto di donne giovani e anziane, magre e obese, desiderabili e no ma tutte celebranti il fasto di una corporeità felice.

I due artisti fotografano, attraverso i corpi, il tempo.





agb
««Per lætitiam...intelligam passionem qua mens ad majorem perfectionem transit»
(Spinoza, Ethica, III, XI, Scholium)

mario g
1° Livello


Regione: Italia
Città: milano


91 Messaggi

Inserito il - 26/03/2008 : 09:40:47  Mostra Profilo Invia a mario g un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ma come siamo sempre dannatamente d'accordo sulle cose...
http://www.posthuman.it/index.php?option=com_content&task=view&id=115&Itemid=1
...sembrerà che ci mettiamo d'accordo prima!


mario gazzola
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
...::: IL REZZONICO-CYBERSOFIA :::... © 2004-2019 A.G.Biuso Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,21 secondi Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000